martedì 27 febbraio 2018

Fil di ferro: frequently asked questions



 Ho pensato potesse essere utile scrivere un post per rispondere a tutte quelle domande che mi vengono fatte di frequente via mail 
 su come iniziare a creare con il filo di ferro cotto. 

Io ho iniziato da autodidatta, armata solo di un paio di pinze, curiosità e il desiderio di riuscire a far saltar fuori un po' di 

poesia e leggerezza

da questo filo. Ricordo bene però, nonostante sia passato del tempo, le domande che mi facevo.




che cos'è  il fil di ferro cotto?

"è un filo d'acciaio trafilato, che viene poi immesso in forno e sottoposto al trattamento di ricottura, prendendo il nome di filo cotto o ricotto, aumentandone duttilità e lavorabilità"
Per approfondire i dettagli tecnici leggete questo interessante articolo che spiega tutto quanto


Le due qualità più belle di questo filo, quelle che lo fanno tanto speciale per l'uso decorativo sono proprio la duttilità che lo rende facilmente lavorabile e il suo colore scuro. 
E' facilmente ossidabile all'aria e all'umidità e questo "difetto" gli conferisce la patina affascinante che tanto ci piace.
Esiste anche un fil di ferro cotto bianco, più lucido e metallico, dalla stessa malleabilità ma dal colore argenteo, resistente all'ossidazione e che difficilmente scurisce all'aria. Si lavora allo stesso modo ma non scurirà facilmente all'aria.

Il filo di ferro cotto  viene utilizzato per armare il cemento, per la legatura di imballaggi o del fieno in agricoltura. 


Dove acquistarlo?


La prima cosa che salta all'occhio è la difficoltà a reperirlo, non lo troverete infatti facilmente al brico o nei negozi di hobbistica. Fate invece un giro nei negozi di ferramenta ben fornite e soprattutto dai rivenditori di materiali per edilizia della vostra zona, se doveste avere difficoltà cercatelo anche su Amazon o Ebay.

Vi consiglio per iniziare di procurarvi diametri non troppo grossi, 0,5 mm e 1 mm, poi con il tempo e con l'esperienza potrete spaziare e cercare il filo più adatto ai vostri lavori.


Il filo più sottile, da 0.5 mm di diametro,
acquistatelo da rivenditori per fioristi, Amazon, Ebay oppure ho trovato questi link utili 

qui o qui o qui



filo cotto sottile  da 0,5 mm di diametro


Il filo da 1 mm di diametro lo potete trovare avvolto in bobine, più dolce e facile da lavorare

come questo ,


filo cotto in bobine, diametro 1 mm 



oppure in matasse, un po' più rigido come quello dalla foto sotto e venduto a peso
come qui o qui.





Il fil di ferro cotto essendo un materiale in uso nei cantieri edili viene spesso venduto in minimo d'ordine di 25 kg, non proprio l'ideale per chi desidera solo una piccola quantità per provare. E' fortunatamente molto economico, soprattutto se confrontato ai costi di qualsiasi altro materiale per bricolage e maggiore. L'ideale sarebbe poterlo acquistare in gruppo e dividerselo.


Attrezzatura


pinze, tronchese e pinze a punte tonde


Non serve investire molto in attrezzature, forse le possedete già nella cassetta degli attrezzi di mariti e fidanzati. Una pinza, un tronchese e una pinza dalle punte tonde saranno perfetti compagni di lavoro.
Li acquistate nei negozi di hobbistica ma anche in un supermercato che abbia la sezione bricolage.

Un paio di guanti per proteggere le mani ( il filo cotto sporca moltissimo!), uno straccio per pulire e lisciare il filo e infine sarebbero perfetti anche degli occhiali per proteggere gli occhi , a volte il filo salta durante il taglio.

Vi consiglio di iniziare con piccoli progetti semplici, provate a fare un cerchio, un quadrato, una stella.
Con pazienza cercate di raddrizzare il filo lisciandolo con l'aiuto di uno straccio e aiutatevi con oggetti che possano fare da guida: ad esempio i rotoli di cartone spesso dello scotch sono utilissimi per guidare il filo attraverso forme rotonde.



Oppure potete aiutarvi disegnando su un foglio di carta il contorno di quello che desiderate creare seguendone poi il profilo con il filo di ferro.


Sarebbero tantissime le cose da dire lo so, ma mi fermo qui altrimenti questo post in bozze già da diverso tempo rischierebbe di non vedere mai la luce.

Se trovate interessanti post più tecnici fatemelo sapere lasciando nei commenti le vostre domande: potranno essere spunto per nuovi post su tutto ciò che vorreste sapere sul fil di ferro!

A presto!




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...